L’UNIVERSO E’ UN SOGNO…? Video Prof. Biava

L'UNIVERSO E' UN SOGNO…? - L'esperienza del Prof. Biava, Medico del Lavoro, che studia da parecchi anni il rapporto fra cancro e differenziazione cellulare e il pensiero di Ervin Laszlo, filosofo della scienza: da strade diverse sono arrivati alle stesse conclusioni. Poesia e scienza si incontrano

comment Add Comment

Corso in epigenetica, fisica quantistica e nanotecnologia cellulare

Sabato 10 Marzo 2018
Hotel Michelangelo – Piazza Luigi Savoia, 6 - Milano
Abbiamo il piacere di invitarla ad una giornata esclusiva dedicata alla formazione:
Corso in epigenetica, fisica quantistica e nanotecnologia cellulare

Prof. Carlos Orozco
Prof. Pier Giorgio Spaggiari
Dott. Pier Mario Biava
Dott. Alberto Ugo Caddeo

Il corso è aperto a tutti i professionisti della salute interessati ad approfondire gli argomenti di medicina, medicina integrata, Fisica Biofisica, Medicina mitocondriale, medicina ortomolecolare, medicina quantistica, biorisonanza, risonanza, frequenze, interferenze epigenetiche, genetica, oltre alla formazione sulla tecnologia S-DRIVe.

Sabato 10 marzo dalle ore 09.00 alle ore 18.30

L’evento è a numero chiuso, massimo 50 persone prenotazione obbligatoria.

Contributo spese per il corso 50 Euro
Per prenotazioni:

Via email: epinutracell@gmail.com
+39 3939142000

Il giorno domenica 11 marzo sempre nello stesso albergo ci sarà anche il corso su epigenetica, nutraceutica e riprogrammazione cellulare.

Dott. Carlos Orozco
Vanta oltre 20 anni di esperienza nella ricerca clinica e biomedica ed è stato ricercatore a contratto presso il Karolinska Institute di Stoccolma, Sveiza; il Women’s Clinic di Tubinga, Germania; il National Institute of Nutrition e il National Institute of Respiratory Diseases di Città del Messico, Messico.
Il dott. Carlos Orozco esercita medicina naturale ed energetica, ed è specializzato in sostegno oncologico e al sonno, alla nutrizione, alla guarigione quantica e alla fertilità. Ha conseguito un dottorato (PhD) in biochimica e immunologia riproduttiva presso la Scuola di scienze biomediche dell’Università di Griffith di Brisbane, Australia. Ha seguito una formazione in Nutrizione, Medicina, Naturopatia, Agopuntura, Biofisica, Biologia sperimentale, Biochimica e Immunologia.
È lettore in chimica e biochimica presso l’Istituto australiano di scienze applicate di Brisbane ed è il principale consulente per l’energia e la medicina informativa presso il Sounds Healthy Energy and Wellness Focus Centre di Brisbane, Australia.
Ha lavorato negli ultimi 15 anni nel campo dell’oncologia, dell’oncologia ginecologica e della medicina integrativa ed energetica.
Prof. Piergiorgio Spaggiari
Si laurea in Fisica. Diventa responsabile delle apparecchiature di fisica nucleare per una multinazionale, estendendo ricerche in oncologia. Si laurea in Medicina e Chirurgia e si specializza in Medicina dello Sport. Viene assunto come ricercatore all’Istituto di Tecnologie Avanzate del Consiglio Nazionale delle Ricerche dove riveste il ruolo di Assistente del Presidente. Ricopre il ruolo di Direttore Generale delle più importanti Aziende Ospedaliere della Lombardia. I due grandi interessi,la fisica e la medicina, lo spingono a studiare e sviluppare teorie avanzate sul ruolo nel corpo umano dell’acqua,che nasconde segreti ancora da svelare dalle cui scoperte dipenderà lo sviluppo futuro della Medicina Quantistica. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche e relatore in numerosi convegni nazionali e internazionali.
Dott. Alberto Ugo Caddeo
Medico chirurgo, specialista in anestesiologia e rianimazione, psicoterapeuta, agopuntore, docente in Quantum Medicine CNR Milano
Dott. Pier Mario Biava
medico del lavoro, si è laureato in Medicina nell’Università di Pavia, specializzandosi prima in medicina del lavoro all'Università di Padova ed in seguito in igiene all'Università di Trieste. Fa parte dei Comitati Scientifici di alcune riviste internazionali nel campo dell’oncologia e dell’epidemiologia.

comment Add Comment

CONVEGNO “Acqua, Luce e Suono” 24 maggio 2018

Egocreanet organizza, il prossimo 24 Maggio 2018 a Firenze, il Convegno Internazionale sul tema: Acqua, Luce e Suono nella riprogrammazione e potenziamento epigenetico del benessere” finalizzato a valorizzare la creatività Bio-Quantica del Neo-Biovitalismo, per superare la limitazione meccanica della codificazione molecolare.

Acqua, Luce e Suono” sono componenti fondamentali della informazione epigenetica”, che dalla moderna elettrodinamica quantistica sono trattate come i vettori di comunicazione elettromagnetica capaci di modulare la espressione del DNA. Infatti, il DNA è strutturato per rispondere per risonanza alla Comunicazione Epigenetica in forma di quanti, proprio perché è una struttura piezoelettrica, immersa in acqua coerente, che riceve ed irradia informazioni morfogenetiche per tramite “biofotoni” (quanti della luce ) e “biofononi” (quanti del suono) che si attivano nel momento della polarizzazione del DNA durante la sua copiatura per contatto DNA/RNA e successive duplicazioni.

 

Programma del Convegno

Il convegno si svolgerà negli Orari:

Mattina ore 9.00 – 13.00, con proseguimento nel pomeriggio fino alle 18.00. Sulla base di relazioni di circa 20’ ciascuna i cui relatori verranno individuati per dare risposta ai seguenti obiettivi principali:

a)provvedere e promuovere un nuovo modo di vedere l’ambiente attraverso l'epigenetica per favorire lo sviluppo di un substrato scientifico ad un antico sapere ereditato fin dalle origini alchemiche del Rinascimento Fiorentino.

b)porre in evidenza come l’ambiente tramite l’azione-circolare di “acqua, luce e suono” imprima un' informazione epigenetica sull'espressione genica interpretata dalla biologia quantica memorizzata come l’imprinting culturale.

c) capire come la manipolazione delle “Energie Sottili” ottimizzino i flussi d'informazione epigenetica acuendo la sensibilità genetica alla riprogrammazione delle condizioni di benessere fin dalle prime fasi della vita, alla vecchiaia al fine di migliorare l' auto-organizzazione della salute, fisica e mentale.

A conclusione delle relazioni verrà organizzata una tavola rotonda per aprire una discussione cosciente su :

La sfida di gestire la transizione economica e sociale contemporanea necessita di un profondo cambiamento delle conoscenze sull’epigenoma, proprio al fine d'individuare nuove possibilità strategiche emergenti dal cambiamento delle vecchie conoscenze deterministiche della genetica in favore delle nuove concezioni epistemiche sulla modulazione della informazione ambientale e culturale e sociale dell’epigenoma.

Paolo Manzelli (335/6760004) Presidente Egocreanet <egocreanet2016@gmail.com>

Vedi statuto della ONG in : http://www.egocrea.net/2017/12/18/lo-statuto-di-egocreanet

comment Add Comment

La Risonanza nelle relazioni tra EPIGENETICA ED ESPRESSIONE GENICA, Riunione CLUSTER EgoCreanet 8 febbraio 2018

LA RISONANZA NELLE RELAZIONI

tra epigenetica ed espressione genica

 

La Risonanza : straordinarie energie meccaniche (dyapson) e bio-elettromagnetiche (Kinesiologiche) possono originarsi simultaneamente per il fenomeno della Risonanza.

La risonanza sono fenomeni caratteristici non solo dei sistemi elastici, ma comuni a tutti i sistemi oscillanti, siano essi elettrici, acustici, meccanici, macroscopici o quantistici. La risonanza avviene quando le onde si sovrappongono su frequenze risonanti identiche ed agiscono sinergicamente in modo amplificato e senza evidenti dispersioni. Questo fenomeno di risonanza non è trattabile dalla fisica meccanica o quanto meccanica tradizionali mentre viene proposto come fondamento dell' azione delle energie sottili (o vitali, Prana, Chi , ecc.) .

Anche le vibrazioni sonore della musica sono artefici della risonanza dei Chakra in quanto risvegliano specifici stati di coscienza che tramite i loro Loti (petali) risuona producendo tonalita' indirizzando la risonanza ad es. verso l'attivazione della produzione ormonale di specifiche ghiandole endocrine, 

A partire da tali considerazioni suggerisco di predisporre riflessioni ed interventi per la riunione EGOCREANET/CLUSTER del 08 / FEB./2018 allo Incubatore di Sesto F,no , utili per la preparazione delle relazioni al Convegno su Acqua,Luce,Suono prossimo 24/Maggio/2018 c/o l' Auditorium della Giunta Regionale Toscana (via Cavour 4 in Firenze ) il Convegno internazionale sul tema : : "Acqua, Luce e Suono nella riprogrammazione e potenziamento epigenetico del benessere" .

Un caro saluto. Paolo Manzelli (335/6760004)

comment Add Comment

Note su Suono Voce Fononi

Note su Suono,Voce,Fononi

di Paolo Manzelli  egocreanet2016@gmail.com

SUONO

Il suono che udiamo viene trasformato in impulsi elettrici-nervosi dalle cellule ciliate della coclea e poi trasmesse al cervello dal nervo acustico. Il sistema uditivo è bidirezionale, le stereo-ciglia sono di due tipi interne ed esterne. Quelle interne convogliano l’informazione dei  suoni e la trasducono in una codificazione riconoscibile dal cervello alterando la concentrazione di ioni nelle membrane uditive, viceversa quelle esterne inducono la formazione di suoni prodotti dal sistema uditivo dell’orecchio in quanto tali suoni diretti verso l’esterno servono per ricercare risonanze in processi di feedback uditivo.

L’altezza dei suoni dipende dalla frequenza, cioè dalla velocità delle vibrazioni: dato un tempo costante (un secondo), quanto più numerose esse sono, tanto più acuto è il suono. Nel linguaggio musicale l’altezza dei suoni viene rappresentata attraverso le note musicali. L’altezza del suono si misura in “hertz”. Il termine hertz si riferisce al nome del fisico tedesco che per primo studiò questi fenomeni. Un hertz corrisponde ad un’oscillazione completa di un corpo elastico nel tempo di un minuto secondo. Dire che un suono è di 300 hertz significa che il corpo che lo produce vibra 300 volte al secondo. In natura esistono suoni che vanno da un minimo di un hertz a un massimo di circa un milione di hertz. L’orecchio umano può solo sentire i suoni compresi tra 16 e 20.000 hertz. I suoni di frequenza inferiore ai 16 hertz vengono chiamati infrasuoni; quelli superiori ai 20.000 hertz vengono chiamati ultrasuoni. L’intensità del suono si misura in decibel. Con i decibel si misura la pressione acustica provocata dal suono nel mezzo di propagazione (generalmente l’aria). La pressione acustica necessaria perché un suono sia udibile dall’orecchio umano varia a seconda della frequenza (altezza) dei suoni. Un suono di 1.000 hertz è udibile a “zero decibel”, mentre scendendo a 30 hertz occorre un’intensità di almeno 60 decibel perché il suono sia udibile. Esistono molte fonti potenziali capaci di produrre suoni a decibel elevati. Anche se tali suoni in piccole dosi non sono dannosi, è bene evitare una lunga esposizione a suoni di oltre 90 decibel.

Il timbro determina una diversa forma dell’onda sonora generata dal suono. Il timbro dipende da vari fattori: • Dalla forma e dimensione dell’oggetto sonoro • Dal materiale di cui esso è costituito (legno, metallo, vetro, carta) • Dal modo in cui il suono è stato prodotto (percuotendo, pizzicando, strofinando ecc.)

La velocità di trasmissione del suono dipende dal mezzo di trasmissione. • Esempio: La velocità del suono attraverso l’aria è di circa 340 metri al secondo, ma nell’acqua essa cresce sino a 1500 metri al secondo.

VOCE

Gli impulsi elettro-nervosi selezionati dall’area di Wernicke per dare significato alla voce e organizzata come elaborazione del linguaggio dall’area di Broca nell’emisfero sinistro-anteriore, inducono la spinta verso l’esterno dell’aria che passando attraverso le lamelle della  laringe (corde vocali) e risuonando nel cavo orale, si trasforma nel suono della voce. Con la nascita sperimentiamo l’ingresso dell’aria nel nostro corpo e le grida del bambino rappresentano la probabilità del riprodurre l’andamento  ritmico del battito cardiaco materno e del respiro vissuto dentro la pancia della madre. Ogni volta che pronunciamo una parola e una frase creiamo una sintesi che comprende: timbri, altezze, durate, intensità. In particolare il tono della voce segue la tensione delle lamelle che viene modificata dalle emozioni e controllata per tramite i neuroni specchio. Le vocali  riguardano prevalentemente il timbro del suono e vengono accentuate nel canto.

SUONO E MOVIMENTO

Le onde sonore così come ogni altra onda “non sono localizzabili” quindi riempiono grandi spazi e determinano spostamenti come vediamo nelle onde del mare. Il suono del lancio dei satelliti a distanza ravvicinata puo’ uccidere.

FONONI

Il fonone, ovvero il quanto di vibrazione (che si comporta come un’onda particella quantica) che si propaga nei cristalli e quasi cristalli ordinati trasmettendo  suonicalore. I fononi per sovrapposizione generano strutture geometriche del tipo di quelle che si strutturano durante le “clock reactions” le quali possono essere rese visibili  in varie modalita’ .

ScreenHunter_105 Jan. 09 19.17

MASARU EMOTO

Suono e Voce imprimono la forma negli  esperimenti di cristallizzazione dell’acqua. In particolare le parole trasmettono significati ed emozioni che si trasformano in forme cristallizzate armoniche o disarmoniche.

BIBLIO ON LINE

Il suono e la voce file:///C:/Users/User/Downloads/Lavoro%20Originale%20di%20Barbara%20Tonni.pdf

La Voce dl Bambino: https://www.scienzaeconoscenza.it/blog/neuroscienze-cervello/influenza-del-suono-vibrazioni

Dalla voce al Canto: https://www.scienzaeconoscenza.it/blog/consapevolezza/dalla-voce-al-canto

Scienza cervello e Musica :http://www.gsjournal.net/old/science/manzelli44.pdf ; http://www.gsjournal.net/old/science/manzelli45.pdf

Cervello e linguaggio : http://www.edscuola.it/archivio/lre/cerling.html

Clock-Reactions : https://dabpensiero.wordpress.com/2016/12/01/il-cambiamento-dalla-chimica-che-inquina-alla-chimica-per-lambiente/

Masaru Emoto -Acqua Informata : https://www.youtube.com/watch?v=rXkEWjDkPiE

comment Add Comment

Arte Quantica

Mi chiamo Daniela Biganzoli(in arte Dab) e sono la responsabile di questa sezione che accoglie al suo interno pittori, scultori, musicisti, cantanti, attori ecc. che si rivolgono ad una visione olistica e quantistica della realtà. Artisti che hanno compreso il periodo storico molto particolare in cui viviamo; che si sono resi conto che la realtà è spesso diversa da come appare, che necessita di un cambio di paradigma. La realtà a cui si rivolge è soprattutto quella quantica; un mondo subatomico con un codice comportamentale duplice diverso e misterioso, spesso anche per la scienza. “Arte e scienza contemporanee dovranno superare il riduzionismo meccanicista dettato sostanzialmente dal ritenere possibile il poter osservare oggettivamente il mondo esterno senza rendersi conto di farne parte integrante1.

Gli artisti, per il loro modo di ragionare particolare, fuori dagli schemi, nel passato hanno spesso anticipato la Scienza, ed è per questo motivo che sono importanti per promuovere un pensiero creativo che accomuna tutto il gruppo e che può divenire più facilmente fruibile attraverso l’arte che trasmette in modo diretto, ed inconscio tematiche complesse.

Credo che le sinergie derivanti dall’incontro fra tutti i partecipanti al Cluster /Egocreanet possano meglio chiarire questo pensiero scientifico e al tempo stesso spirituale ed arrivare alle persone in modo empatico più diretto.

Le tematiche quantiche trattate sono moltissime, dai biofotoni, ai fononi, al laser, alle energie sottili, alla coscienza, ai campi elettromagnetici, alla coerenza, alla risonanza e potrei proseguire a lungo perché sono tutti argomenti su cui porre la nostra attenzione che deve spostarsi su più elevati livelli evolutivi.

Gli artisti interessati a partecipare al Cluster/Egocreanet possono inviare una mail a questo indirizzo:

daniela.biganzoli@gmail.com

1)Paolo Manzelli-http://www.edscuola.it/archivio/lre/arte_e_scienza_contemporanea.pdf

comment Add Comment

CONVEGNO BIOFOTONI ED ENERGIA PER LA VITA 28 settembre 2017

BIOFOTONI E FUTURA SOCIETA’ DELLA CONOSCENZA

di Paolo Manzelli

CONVEGNO

BIOFOTONI ED ENERGIA PER LA VITA

28 settembre 2017, ore 9:00÷19:00

Sala delle Adunanze dell’Accademia dei Georgofili, Logge Uffizi Corti, 50122 Firenze

Programma

Alla fine del XIX secolo, la scienza fondamentale aveva scoperto l’elettrone ed il fotone quali onde/particelle quantistiche del campo elettromagnatico. Nell’avvicinarsi alla fine del XX secolo, la vita sociale ed economica senza elettroni e fotoni è quasi impensabile : portano l’elettricità e la la luce nelle nostre case, trasportano la nostra voce lungo le fibre ottiche  che compongono le immagini che vediamo sugli schermi dei nostri televisori e cellulari.
Malgrado ciò il trasferimento delle conoscenze nella comprensione dei sistemi viventi è ancora oggi assai limitata a causa della permanenza di un modello “meccanico della scienza” che di fatto impedisce lo sviluppo della futura società della conoscenza condivisa. Pertanto il tema dei Biofotoni ed Energia per la Vita, (28 Sett 2017 c/o accademia dei Georgofili in Firenze, Programma in: http://www.giulianaconforto.it/?p=7208), coglie un elemento essenziale dello sviluppo delle conoscenze della moderna “biologia quantistica” applicabile all’agronomia sia nella produzione alimentare che ecologica ed alla medicina e la rigenerazione biologica della salute e del benessere.
Per mettere in luce il valore delle possibilità attuali di sviluppo delle conoscenze relative al campo elettromagnetico e la sua quantizzazione il convegno sarà aperto da una commemorazione della creatività di Nikola Tesla. https://dabpensiero.wordpress.com/2017/09/24/arte-quantisticabiofotoni-e-rinnovamento-della-vita-la-colomba-di-nikola-tesla/
Infine sara’ realmente importante dare continuità all’integrazione transdisciplinare di conoscenze ed innovazione emergenti dal Convegno organizzato da Egocreanet (ONG-Firenze). A tale scopo richiediamo di sostenere e far sostenere l’attività di promozione di EGOCREANET sottoscrivendo contributi presso la Rete del Dono.