Modelli quantistici della mente e interazione mente - materia: teorie attuali e proposte della ricerca di frontiera

Autori:

Luigi Maxmilian Caligiuri, Foundation of Physics Research Center (FoPRC)

 

Introduzione:

Modelli quantistici della mente e interazione mente-materia alla luce della Teoria Quantistica Coerente di Campo (CQFT).

Proposta:

Fino ai primi decenni del secolo scorso la mente e la materia erano considerate come due entità separate ed inconciliabili il cui comportamento era regolato da leggi completamente diverse: da un lato le leggi della fisica, dall’altro quelle della neurologia e della psicologia. Tuttavia, lo sviluppo della meccanica quantistica e, in particolare, della teoria quantistica di campo, ha radicalmente modificato questa errata visione. Ciò si deve alle caratteristiche peculiari del comportamento quantistico quali l’indetermismo fondamentale, la non-località, e la sovrapposizione, che appaiono molto simili alle caratteristiche distintive della mente e della coscienza umana. Per spiegare tali prerogative sono stati proposti diversi modelli fisici, alcuni dei quali basati sulla teoria quantistica di campo (come il famoso modello di riduzione orchestrata di Penrose – Hameroff, il modello di Dobbs, quello di Ricciardi – Umezawa, etc.), sebbene nessuno di questi sia stato finora in grado di spiegare in maniera completa e non contraddittoria i fenomeni della mente umana.

Materiali e metodo:

Un modello innovativo in grado di spiegare alcune delle funzioni superiori della mente umana è stato da noi recentemente proposto considerando, da un particolare punto di vista, il comportamento elettrodinamico quantistico coerente dell’acqua contenuta nei microtubuli del cervello.

Risultati e Discussione:

In particolare abbiamo dimostrato che all’interno di questi esistono le giuste condizioni per la formazione di oscillazioni coerenti di un campo elettromagnetico “condensato” dal vuoto quantistico e del campo quantistico di materia dell’acqua. Questa particolare dinamica porta alla formazione, all’interno dei microtubuli, di un campo elettromagnetico evanescente composto da fotoni superradianti in grado di fuoriuscire, per effetto tunnel, dai microtubuli ed interagire con gli analoghi campi evanescenti generati da diversi altri microtubuli anche molto distanti.

Conclusioni:

Il modello proposto è in grado di suggerire una possibile spiegazione di fenomeni veramente intriganti quali la comunicazione diretta tra menti, l’interazione mente – materia nonché l’emissione di biofotoni.

 

 


ENGLISH VERSION:

Quantum models of mind and the mind-matter interaction: the “state of the art” and the results of frontier research

Authors:

Luigi Maxmilian Caligiuri, Foundation of Physics Research Center (FoPRC)

 

Introduction:

Quantum models of mind and mind-matter interaction in the light of Coherent Quantum Field Theory (CQFT)

Purpose:

Until the first decades of the last century, matter and mind were considered as two separate and irreconcilable entities governed by completely different dynamical rules: the laws of physics on one hand and that of neurology and psychology on the other. Nevertheless, the development of quantum mechanics and, more specifically, of quantum field theory, has radically changed this wrong picture. This was due to the peculiar features of quantum dynamics such as fundamental indeterminism, non-locality and superimposition that appear very similar to the most distinctive features of human mind and consciousness. In order to explain brain mechanism and consciousness several physics models, some of which based on quantum field theory (like the famous Penrose – Hameroff OR model, the Dobbs and Ricciardi – Umezawa models and so on) has been proposed, although none of them has been able to explain so far, completely and without contradictions brain mechanism.

Materials and method:

A novel model able to suggest a new explanation of some of the superior functions of human mind has been recently proposed by us by considering, from a special point of view, the quantum electrodynamics coherent behavior of water trapped inside brain microtubules.

Results and Discussion:

In particular we have shown inside them there exist the right conditions for the spontaneous and self-sustaining coherent oscillations of an electromagnetic field, condensed from quantum vacuum, and the water quantum matter field. This particular dynamics leads to the formation, inside each microtubule, of an evanescent electromagnetic field composed by superradiant photons able to tunneling out from them and interact with the analogous evanescent fields produced by many other ever-distant microtubules.

Conclusions:

The proposed model is able to suggest a possible explanation of very intriguing phenomena such as direct mind – mind communication and mind – matter interaction as well as biophotons emission.