EPIGENETICA E BIOVITALISMO

Autore:

Paolo Manzelli

 

Introduzione:

Il documento esplorerà le interrelazioni e l'interdipendenza di due punti di vista del gene;  la visione biologica molecolare e la visione epigenetica-olistica.

Proposta:

L'ultimo approccio alla genetica è visto in una nuova frontiera biovitalistica e si sostiene che la classica visione della biologia molecolare sia fondamentalmente errata e non in grado di aprire in avanti la completa incorporazione della prospettiva di modifica epigenetica.

La genetica del 1953 ha creato una confusione concettuale pensando che il genoma fosse un'eredità familiare scritta come un testamento segreto costituito da 4 lettere in sequenza continua indecifrabile.

Il problema è sorto quando dividendo la sequenza in modo discontinuo per scoprire il significato delle parole (terzine) si è suddivisa la proprietà ereditaria delle caratteristiche genetiche familiari. Con questo vecchio concetto i biologi / genetisti non hanno tenuto in considerazione che il DNA non può essere paragonato a un documento ereditario, perché è un sistema dinamico "bio-quantico interattivo" tra genoma ed epigenoma, capace di memoria riproduttiva e rigenerativa delle sequenze di 4 basi.

La memoria del DNA ha natura elettromagnetica ed è organizzata dalla riproducibilità di sei +1 diversi legami del ponte H, che ricostruiscono simultaneamente la duplicazione del DNA e la trasduzione dell'RNA per induzione.

Pertanto, il DNA funziona come "Antenna laser ricevente e trasmittente" di Biofotoni e Biofononi.

La suddetta nuova rappresentazione del codice genetico elettromagnetico, è stata discussa e provata dal Premio Nobel per la medicina (2008) di Luc Montaigner, seguendo il nuovo approccio genetico di Garaiev e Poponin del "DNA Phantasma a distanza di comunicazione". (2). Questa innovazione scientifica e tecnologica basata sui segnali del DNA elettromagnetico è ancora inascoltata nell'accademia ortodossa mondiale

Risultati e Discussione:

Attraverso progetti mirati all’informazione e alla formazione, oltreché creando sinergie tra ricercatori e imprenditori si cerca di trasformare i concetti della scienza meccanicistica integrandoli con la nuova concezione quantistica di Biovitalismo.

Conclusioni:

Pertanto, per cambiare i fondamenti concettuali della scienza riduzionistica "meccanica", il Cluster Egocreanet lancia il progetto / idea sul tema "Coscienza e frontiere olistiche-scientifiche" aperto a un partenariato internazionale in una prospettiva di coscienza e di innovazione culturale. un biovitalismo contemporaneo.

 

 


ENGLISH VERSION:

 

Authors:

 

 

Introduction:

Purpose:

Materials and method:

Results and Discussion:

Conclusions: