comment Add Comment

EPIGENOMA / GENOMA

EPIGENOMA / GENOMA

I DNAs ( nDNA e mtDNA, ed altri) hanno l'identica struttura genetica in tutte le cellule e pertanto non hanno geni accesi e/o spenti , come spesso si dice, che limitano e specializzano le loro funzioni deterministiche nei differenti organi e tessuti vitali.

Diversamente da tale concezione ortodossa della gene-biologia, l’espressione differenziata dei DNAs, dipende dal fatto che i DNAs  agiscono come ANTENNE LASER RICE-TRASMITTENTI generando  un volume di espressione Genica che viene manipolato dall’informazione Epigenetica per regolarne la comunicazione nei vari livelli di interazione ( molecolare, elettromagnetico e vitale) . Ogni cellula pertanto ha un comportamento relativo alla regolazione dei programmi di sviluppo biologico che sono differenziati da tre principali canali di trasmissione, i cui programmi dipendono dall’integrazione tra i caratteri di informazione genetica ed epigenetica.

La Comunicazione biologica avviene attraverso l’irradiazione dei DNAs di  Biofotoni e Biofononi verso i recettori (altri DNAs, ovvero Ormoni, Enzimi.ecc.) capaci di percepirli e tradurli in azioni di ricostruzione biologica organizzate.

vedi : https://dabpensiero.wordpress.com/2017/10/15/morfogenesi-e-quantum-dna-laser-antenna/ ;

La Regolazione Epigenetica della Morfogenesi va a interagire su 3 canali fondamentali della programmazione biologica .

1) -> Em ) Livello di Struttura , Configurazione Molecolare del sistema.

2) -> Ev )  Livello di Organizzazione dei Codici di Comunicazione dei DNAs e Ricettori.

3) -> Ei )  Livello di Vitalità Crescita e Ricostruzione armonica del sistema.

1)  E’ il livello biologico che è relativo all’interazione tra informazioni Epigenetiche della alimentazione (nutrigenetica, Nutrigenomica, Nutraceutica) che agiscono prevalentemente sui programmi di ristrutturazione del livello (Em).

2) E’ il livello delle variazioni del campo elettromagnetico ( tra 0.03 e 30 Hz) che interagiscono sull’armonizzazione dei programmi fisiologici e psichici di livello (Ev).

3) E’ il livello a carattere epigenetico (+/- ) del "pensiero/aura " intesi come capacità biologica di modulazione attiva nel modificare la relazione tra percezione dell'ambiente ed il comportamento individuale e sociale che tende ad agire sul livello della programmazione  del bio-vitalismo- (Ei) .

Articolo di Paolo Manzelli

comment Add Comment

OLTRE L’ ENTANGLEMENT

OLTRE L’ ENTANGLEMENT


La Moderna BIOQUANTICA, permette di capire come l'ENERGIA SOTTILE ( denominata Prana, Chi o Qi, Vis-viva, ecc), sia una “bioenergia diffusa nello spazio-tempo quantizzato” che presiede alla evoluzione della vita (free-energy ).
Infatti la "subtle Energy" può essere percepita e trasdotta da energia potenziale in energia vitale, per stimolare le attività delle altre categorie di Energie dette per contrasto “dense” ( Elettriche, Magnetiche, Meccaniche, calore e suono, ecc), in quanto misurabili nella loro capacita' di attuare movimento e di altre azioni fisiche-molecolari.

L' Energia Sottile è pertanto una " bioenergia quantica", complementare all'azione biologica delle energie dense che nell’agire localmente, sono dispersive, in quanto non sono capaci di predire il comportamento bioquantico della crescita e sviluppo dei sistemi viventi ( vedi come l' effetto di Aharonov-Bohm mette in evidenza il modo in cui il campo elettromagnetico classico quando agisce localmente su una sistema biologico non è sufficiente per predire il suo comportamento quantico che presiede la complessa organizzazione della vita).

L' Energia Sottile ha la caratteristica di essere un'energia radiante “invisibile alla misurazione locale”, proprio in quanto è capace di interazione simultanea a distanza. Pertanto  proprio queste caratteristiche, impediscono l’inclusione dell'Energia sottile nel paradigma “meccanico” che colloca la misura delle energie dense nel quadro dello spazio tempo Euclideo che è lineare nel tempo e tridimensionale .

EGO CREANET ha proposto già da vari anni uno studio ed una riflessione sulla “Quantizzazione dello Spazio-Tempo”, in relazione all’ Entanglement quantistico, allo scopo di definire la struttura microscopica dello spazio tempo ottenibile, correlando " OLTRE L’ ENTANGLENENT il DISENTANGLEMENT" in modo che la geometria continua dello spazio-tempo  possa essere scissa in quella discontinua dello “spazio + il tempo”.

Quantum Space Time Matrix

http://www.academia.edu/10205028/QUANTUM_SPACE_TIME_MATRIX_THIRD_REVIEW_

La nostra conclusione in sintesi, afferma che l'Energia Sottile  è un'energia quantica radiante diffusa nel Bio-spazio creato dalla sovrapposizione delle onde/particelle,  dove tale intrigo (entanglement ) rende indistinguibili l'Energia e l'informazione (= Ei).

Certamente è ancora necessario approfondire e condividere tale ricerca di Egocreanet, al fine di definire una strategia di ricerca e sviluppo della Bioquantica, come obiettivo essenziale del Cluster-Egocreanet vedi in  www.bioquantica.org :

<Come lo “spazio-tempo” della relatività è costruito dall'entanglement quantistico>

“Entanglement Age” di Paolo Manzelli

 

L’ Entanglement va considerato come l’ ingrediente essenziale che unisce lo spazio-tempo nella Relatività ristretta di Einstein e lo dis-unisce in spazio + tempo per tramite dis-entaglement cioè il collasso della integrazione relativistica tra spazio e tempo .

Recentemente abbiamo preso in considerazione come l’Entanglement che intriga la Energia e la Informazione ( in Energia di Informazione -“Ei”) corrisponde sia ad una estensione del BIO-campo così come ad una relativa diminuzione del tempo infatti, quando il Biocampo è molto ampio e tende all’ infinito si ha simultaneità del tempo.             http://www.caosmanagement.it/n62/art62_04.html

Riteniamo quindi che lo Spazio-Tempo sia da considerarsi come una rete tensoriale che per tensione estrema o per torsione può spezzarsi (dis-entanglement) e viceversa ricomporsi tramite l’ entanglement. Pertanto, lo spazio creato dal BioCampo è una costruzione derivata dall’ entanglement  mentre, il dis-entanglement spezza in una matrice di quanti la rete tensoriale dello spazio-tempo relativistico .

Teoria del BIOCAMPO QUANTICO

A conferma della interpretazione su esposta elaborata da Egocreanet recentemente è stata sviluppata un approfondimento della Teoria del Tutto (TED) proposta dal fisico Giapponese Hirosi Ooguri e dalla matematica Italiana Matilde Marcolli , che si basa sul “Principio Olografico Universale” con cui si conferma come con l' entanglement lo spazio-tempo possa essere unificato in uno stato bidimensionale nel quale energia e informazione non possono essere più considerate quantità indipendenti .

Spaziotempo dall’entanglement quantistico

ed in originale in: Physical Review Letters , 2015.

 

In conclusione, la Energia Sottile ha una base scientifica che conduce ad un netto superamento della critica di Einstein (Spooky Action at a Distance) che afferma la impossibilità di una azione simultanea a distanza di qualsiasi tipo di energia .

Le nuove concezioni elaborate e citate sulla TED  nonché  proposte, promosse e diffuse da Egocreanet Cluster su la Bioquantica, rappresentano oggi una netta convalida, senza precedenti, della esistenza di una realtà bidimensionale dello spazio tempo, quale è la Energia Sottile, che egualmente alla "Ei" risulta invisibile, perchè non misurabile localmente da strumenti meccanici, ma invece percepibile dal sistema biologico vivente come energia quantica intrigata (entangled) in cui le onde/particelle interagiscono simultaneamente a distanza.

NB: Discuteremo del tema Oltre all’ENTANGLEMENT e la Comunicazione di Informazione a Distanza in occasione dell’ incontro di  Sabato 14 aprile 2018 , ore 15.00-17.00 dell' Associazione TONG-REN (www.tongrenitalia.com) che si svolgerà presso il nostro centro in via della Repubblica 121, Tavarnuzze (FI), un interessante incontro gratuito sull'Alzheimer  presieduto dal Dott. Auriemma, ideatore della Agopuntura Ologrammatica.    info@tongrenitalia.com


Di Paolo Manzelli 09/04/2016

comment Add Comment

Teoria del BIOCAMPO QUANTICO

La teoria dell’ Entanglement – e la formazione di un campo di sovrapposizione quantica.

 


 

La biologia convenzionale si basa su processi molecolari,che in fine si riducono a interazioni tra macromolecole guidate dalla informazione genetica per tramite la trasmissione per contatto (DNA //RNA information-transfer)

Pertanto la concezione molecolare della Biologica riduzionista non riesce ad affrontare coerentemente il nexus di condivisione esistenti tra la comunicazione Epigenetica derivante dall’ ambiente e la informazione guidata dalla informazione Genetica, cio' proprio in quanto tale relazione tra ambiente ed organismo è di natura "Olistica", che come tale supera i confini di scala locale della biologia ortodossa .

Il superamento del riduzionismo molecolare biologico necessita di includere i biocampi quantici di comunicazione non locale che per tramite l’ Entanglement quantistico ,mettono in relazione l’ organismo con l’ ambiente.

La necessita di comprendere la " non –localita" nella biologia quantistica è stata messa in evidenza dalla interpretazione di Daniel Bohm del "potenziale quantico" diffuso, con cui si afferma .genericamente che gli eventi quantici che accadono in un punto qualsiasi dello spazio hanno la probabilita’ non nulla di influenzare istantaneamente altri eventi che avvengono ache a grande distanza. In vero come Egocreanet/Cluster partendo dalla affermazione di David Bohm sulla esistenza del "potenziale quantico", vogliamo approfondirne le effettive potenzialita’ di interconnessione tra "Energia ed Informazione" , e pertanto consideriamo necessaria una fondamentale revisione delle relazioni tra "entanglement e la formazione di un biocampo di “Energia di informazione” . al fine di identificare un corpus comune di equivalenze tra la estensione (biocampo) della comunicazione simultanea a distanza e le proprieta di comunicazione tra ambiente (= realta' non locale Epigenoma) ed organismo individuale (= realta’ locale Genoma ) realizzate dalla energia vitale.

Il termine Biocampo ( = estensione dell’ Entanglement ) descrive l’ effettivo campo di “energia di informazione” , che e’ equiparabile alla Energia Vitale (Subtle Energy) con la quale viene regolata e resa armonica, la complessa funzionalita' di informazione (epigenetica//genetica) che determina la evoluzione e lo sviluppo degli organismi viventi.

Quindi il Biocampo svolge un ruolo sostanziale nella innovazione “ della biologia quantica" , la quale ha tra gli obbiettivi prioritari quello di condurre la scienza medica verso una profonda revisione dei processi sanitari.

Infine riteniamo che svilupperemo, a partire dal Convegno EGO-Cluster del 24 Maggio 2018 a Firenze (4), la revisione teorica e sperimentale finalizzata ad evidenziare la esistenza del “biocampo quantico”, la cui effettiva estensione comunicativa a distanza ( strong and low coupling) emerge dalla attivita' temporali di coerenza /decoerenza della sovrapposizione e compenetrazione delle “onde/particelle” quantiche.

Infine la conoscenza del "Campo Bioquantico" potra’ promettere una crescita significativa nella comprensione e sviluppo della comunicazione a distanza di "energia di informazione " volta al fine di favorire le strategie innovative di studio e di applicazione della prevenzione e guarigione che in tal guisa verranno poste in relazione alla ottimizzazione della Energia Vitale" di natura olistica /bioquantica, trasmessa a lungo raggio, per integrare Epigenetica e Genetica nello sviluppo organico dell' individuo.

(4)- (prime info. Convegno Egocreanet 2018), http://www.edscuola.eu/wordpress/?cat=241 .


Articolo di Paolo Manzelli ,<egocreanet2016@gmail.com> , 03/04/2018